wet

chiusa

in un silenzio che racconta

mi sono rifugiata

ascoltando

il suono delle gocce

che scorrono fuori al vetro della stanza

come chi mi ha sfiorata

e poi esplodono

e svaniscono

senza più ritorno

per sempre

come chi se ne è andato.

davvero andato.

un numero infinito

di vite che ti marcano

che ti scuotono e se ne vanno

come le gocce in una tempesta

picchiettano e scompaiono

e a te cosa resta

se non cupezza e dolore

mentre scrivo queste note

mi squilla il cellulare:

anche tu per sparire

o sei qui per restare?

 

large.jpg

Annunci

2 thoughts on “wet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...