Quando mi dicono: ” Non sei mai sola”

 

 

” Non sei mai sola”

Ci credo alle parole sincere che mi vengono dette, davvero. So che intorno a me c’è qualcuno pronto a spalancare le proprie braccia di fronte alle mie lacrime, asciugandole ed accogliendomi, anche se tendo a mantenere le distanze con le persone.

In uno dei miei soliti fiumi di pensieri, qualche giorno fa, notavo come io cerchi di stare sempre dalla parte di coloro che tendono le braccia verso i più deboli senza mai afferrare le braccia tese a me.

Perché?

Vivo nella convinzione di poter risolvere i problemi degli altri ed è questo ciò che mi fa avvicinare a quelle poche persone che ho selezionato ed a cui ho permesso di entrare nella mia vita. Fino ad un certo punto. La mia logica semi-altruistica mi permette di avere abbastanza forza per poter investire le mie energie a favore degli altri facendomi, talvolta, evadere dal mio innato spleen. Quando vedo di essere utile per risolvere i drammi di qualcuno mi sento gratificata e  meno fallita di come mi senta tutti i giorni. Cerco di trasformare il fango in oro, ma non sempre ci riesco e quando fallisco mi sento un po’ di precipitare.  Scelgo solo le persone piene di fango perché in loro vedo un po’la mia sagoma che è marcata da una condizione di afflizione. Anche se il mio specchio è in una persona sola nei cui occhi c’è il mio stesso ed identico fantasma che sappiamo di condividere  dal giorno in cui ci siamo guardate per la prima volta e lei ha visto se stessa in me. Io l’ho capito un po’ dopo, come al solito.

 

Quando mi dicono che non sono mai sola io ci credo e sono contenta di essere voluta bene. Ma sono io a voler stare da sola e, puntualmente, c’è sempre tanta gente intorno a me ogni volta che lo voglio. Persone che mi interrogano a cui non posso dire e spiegare altrimenti si preoccuperebbero ed io non voglio perché mi conosco e so in cosa cado e ricado.

Le persone si aprono solo con i propri simili, solo con chi sa che può capire la propria condizione. Il resto non può mai capire. Chi non è mai stato in un tunnel non può mai sapere cosa si provi a stare lì dentro. Non può consigliare, non può giudicare, non può capire.

Ci sono cose che non possono essere pronunciate perché il solo dirle fa più male della cosa stessa.

 

large

Annunci

22 thoughts on “Quando mi dicono: ” Non sei mai sola”

  1. l’egoismo è un salvavita, mettila così… è sbagliato dare a se stessi ciò che avanza dopo aver dato agli altri, è giusto dare agli altri ciò che avanza dopo aver dato a se stessi

    Liked by 2 people

  2. Siamo nello stesso specchio e nello stesso tunnel. E se cerchi bene, mi trovi anche nella tua solitudine, la capisco, la rispetto, la condivido. E il fango in oro, cara alchimista, lo sai trasformare sempre e magnificamente. ❤

    Liked by 1 persona

  3. Spleen, una parola suadente per descrivere uno stato d’animo malinconico, da vero romantico. Una parola che sa di solitudine, e da cui anch’io sono affetto, anch’io mi sento solo pur non essendo, ma la solitudine spesso è una sensazione dell’anima, a volte passeggera, ma spesso anche corrosiva.

    Liked by 2 people

  4. Ora andando contro le masse io la penso un po’ diversamente… credo che dovremmo tutti considerarci del tutto soli nelle scelte, senza però toglierci il piacere e la necessità di passare del tempo insieme…

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...